loading-svg

Fondamenti di bartending: come mixare e servire

Ci sono alcune cose che non si imparano da subito: non sono dei veri e propri segreti del mestiere, ma sono trucchi preziosi per il bartender fai da te. Lasciate che vi riveliamo tre dei nostri più preziosi suggerimenti.

Dry shake o Tecnica a secco
Quando si agita un cocktail con dell’albume, la schiuma ottenuta dovrà essere densa. Dopo aver aggiunto tutti gli ingredienti liquidi nello shaker, incluso l’albume, non aggiungete subito il ghiaccio, bensì chiudete bene lo shaker e agitate vigorosamente per cinque secondi abbondanti. Questo è ciò che chiamiamo “dry shake”, e favorisce la creazione di una schiuma consistente. Ora aprite lo shaker, aggiungete il ghiaccio e agitate ancora più a lungo fino a quando il vostro drink non si sarà raffreddato. Filtrate e servite!

Brinare un bicchiere
Brinare il bordo di un bicchiere può sembrare difficile, ma in realtà è facile e può davvero fare la differenza in termini di impatto visivo di un drink. Noi facciamo così: utilizzate una fetta di lime o di limone per inumidire l’orlo del bicchiere, aggiungete il prodotto in granelli desiderato – di solito sale o zucchero, in un piattino. Ponete un leggero strato del prodotto sull’orlo roteando lentamente il bicchiere, tenendo il bicchiere quasi parallelo al piatto. Eliminate il sale o lo zucchero in eccesso agitando il bicchiere. Se avete la possibilità, mettete sempre i bicchieri in freezer per raffreddarli, ma prima della brinatura.

Pestatura
Questa è una delle tecniche più comuni per cocktail di difficoltà un po’ più avanzata. Non è difficile da imparare, ma vorremmo comunque darvi qualche consiglio per dei drink “”pestati”” ancora più buoni. Nel pestare le erbe, soprattutto la menta, usate un pestello piatto (se disponete di un pestello dentato, giratelo ed usate la parte superiore del pestello). Se frantumate la menta, questa rilascerà un gusto amaro e il vostro drink sarà pieno di scagliette che rovineranno la presentazione. Il pestello dentato è ottimo per schiacciare la frutta per una migliore aderenza, ma non schiacciate troppo, l’intento è rilasciare i succhi, non creare una poltiglia

Video